Riassunto delle puntate precedenti

Sono passati 4 mesi circa dall’ultimo aggiornamento di questo blog, sembra quasi abbandonato al suo destino, ma non è così! Questo è ufficialmente il primo post che scrivo nella casa nuova, con la nuova connessione! Per non fare perdere a nessuno il filo del discorso (cioè, per non fare perdere il filo a quei 3/4 sventurati che sono capitati nel mio blog), farò un breve riassunto di ciò che mi è successo in questi mesi, ma lo farò in maniera molto telegrafica!

SETTEMBRE

Disoccupata, disperata, lavori a casa, soldi soldi soldi che vanno via, homo maccheccazzodicente, trasferimento

OTTOBRE

gatto inquilino, soldi soldi soldi soldi che vanno via inesorabilmente, homo semprepiùccheccazzodicente, io poco disoccupata per fortuna, soldi soldi soldi soldi invisibili, gatto inquilino trasformatasi in gatto ninja, trasferimento ok, ikea.

NOVEMBRE

Soldi soldi soldi soldi soldi che sfuggono incontrollabilmente, homo in rassegnazione mode on, amici che vengono a trovarci ben accetti, parenti che vengono a trovarci ben accetti, parenti e amici che promettono di venire a trovarci ben accetti, suocera che viene a trovarci punto. Gatto Incredibile Hulk.

DICEMBRE

Corso di formazione, lavoro poco e frustrazione, soldi in arrivo pochi ma ben accetti anche quelli.  Gatto estenuante divenuto regalo per bimbo abitante in campagna (eh si :-( ). Ikea. Albero di Natale, ghirlanda di Natale, abito da sposa, ansia da abito da sposa. Cena di Natale, Cena dimmerda di Capodanno.

GENNAIO

Non voglio togliere la ghirlanda e l’albero, no. Soldi che se ne vanno e non arrivano, no no. Ansia. Fiori, fotografo, insonnia. Soldi soldi soldi soldi soldi  soldi che formano il vuoto intorno a noi. Homo che cambia repertorio: non più machecazzodicente ma maccheccazzourlante. Ansia, insonnia, preparativi. Me stessa: machicazzociarrivaalugliocosìpensante.

E questo è quanto!

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

mare, cruciverba, espiazione, gente assurda ….

Eccomi, nel periodo malinconico post vacanze, che, a dire il vero, per me è ancora abbastanza vacanziero… Sto ancora nella casa al mare e la cosa non mi dispiace, il tempo è stato buono, lunedi scorso ero al mare a scialarmi, senza sensi di colpa. Si, perchè, se una persona normale, che ha la possibilità di andare al mare senza pensieri fino a metà settembre, ci va e si gode il momento, una persona non normale, nella fattispecie io di persona personalmente, mi sento in colpa perchè penso a tutti quelli che lavorano, penso al tempo che perdo in cose frivole, penso che non dovrei divertirmi perchè non me lo merito. Sono una persona affatto paranoica, non si vede?

Comunque, per farla breve, sono stata al mare, di lunedi pomeriggio, di una calda giornata di settembre, e sono stata contenta di esserci stata. Ah!

Mi sono goduta il momento, e per momento intendo l’oretta che ho impiegato ad arrivare in spiaggia, fare il bagno, fare due criciverba della Settimana Enigmistica (di quelli facili) e tornare a casa. Da lì in poi ho iniziato a fustigarmi virtualmente per aver osato passare del tempo nella nullafacenza. E quindi, a parte lunedi, mi sono autopunita recuperando ‘l’oretta sprecata, in tre giorni di tour the force tra faccende, vagonate di litri di sudore a girare per la città nel traffico, polvere, incontri con gente assurda.

E sinceramente, quello che mi ha stremata è stato proprio l’incontro con questa gente assurda, roba da incontri ravvicinati del terzo tipo*. Ma almeno credo di aver espiato le mie colpe.

Pare che la mia buona stella mi abbia abbandonata e ho bisogno di un’altra che mi  possa adottare….

*per gente assurda intendo, ma così senza fare nomi, un tizio da cui avevo un appuntamento, che mi ha accolta sfumacchiando sigarette (very profescional) dicendo che non si aspettava il mio arrivo (??) e che “ormai era accesa!” (???) e che ha esclamato parlando del mio lavoro: “Eh, ma allora lavori con i pazzi?”…..

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Cinica io?

E’ da millemila anni che non scrivo, non c’è granchè da dire, sono sempre più indaffarata e impegnata. Sinceramente sono contenta perchè le cose serie da fare mi distolgono dal pensare alle cose tristi.

Le cose tristi sono: la mia disoccupazione, il mio carattere nevrotico, il non saper come vestirmi in questo periodo (passare dal coperto dei vestiti invernali, allo svolazzante dei vestiti estivi ogni anno costituisce trauma irreversibile che si somma ai traumi degli anni precedenti.), l’astinenza da migliore amica trasferitasi a Roma (ufffa!)

Le cose serie sono: convincere l’homo che voglio il letto a baldacchino, scegliere le piastrelle del bagno, dedicarmi agli sproloqui cazzoni su facebook.

Ci sarebbero altri tipi di cose serie, ma sono noiose e neanche remunerate e quindi è più difficile trovare la volontà per farle….

Ammetto che molte cose che faccio sono dettate dal puro e sano materialismo, e un po’ la cosa mi spaventa, perchè a questo si aggiunge una punta di cinismo quanto basta per lasciarmi poco condizionare dall’aspetto emotivo delle cose. Cioè, più che aspetto emotivo, diciamo aspetto religioso/irrazionale…… Emotivo è una parola grossa visto che, nonostante io cerchi di esserlo il meno possibile, fallisco miseramente. Che bello fallire queste cose però!

La mia paura è che in certi casi sia il cinismo e la superficialità a guidare le mie scelte, non vorrei sembrare troppo “vuota”, e non vorrei neppure sembrare troppo vuota da chi mi sta intorno, solo perchè, nelle mie scelte “umane”, non mi lascio guidare dai canoni tradizionali di giudizio….

Vabbè, discorsi troppo seri per essere fatti adesso e in questo blog!

Per chi non l’avesse ancora fatto: andate tutti a votare per il referendum!

Pubblicato in Delirando... | Lascia un commento

Sono nevrotica

Sono discretamente nevrotica, ad un livello che se alzo poco poco il tiro sono direttamente da TSO. I motivi sono svariati, e sicuramente il più pungente e importante è che, udite udite, sto sistemando casa!!!! Di comune accordo con l’homo, avevamo intenzione di fare il minimo indipensabile, qualche aggiustatina qua e là o almeno tutto il fattibile considerata la limitatezza del budget a disposizione.

Naturalmente le aggiustatine stanno diventando grossi e poderosi lavori di muratura e di fine decorazione; mi chiedo a questo punto: visto che l’entità dei lavori ha subito una mutazione genetica, perchè non può subire la stessa trasformazione il budget? Ho la seria preoccupazione che a settembre dormiremo per terra, e che monteremo una bella tenda da campeggio in salotto, cucinando con un pratico e funzionale fornellino elettrico…

Vabbè, alla frugalità della mia vita di coppia penserò a tempo debito. Nel frattempo guardo le scene finali del Commissario Montalbano, è proprio figo. Adoro la canzone della sigla, sembra un tango appassionato, da farsi togliere i vestiti di dosso….

Ok, sto divagando! Volevo solo aggiornare brevemente questo blog, abbandonato un po’ alle ragnatele e al suo destino. Non appena riuscirò ad avere un pc decente, voglio cambiare i colori dell’impaginazione per adattarla un po’ alle cianfrusaglie che scrivo.

Montalbano è finito! ALT! shshhsshshsh la musica della sigla, orgasmica proprio………………………………………………………………………………………………………

AAAAAAAAAAARRRRRRRRGGGGGGG! NOOOOOO!

BRUNO VESPA SUBITO DOPO LA MUSICHETTA ARRAPANTE NON VALE!

Pubblicato in Cianfrusaglie, Delirando... | Lascia un commento

Reazioni a catena

E’ strano come vedere un viso che è quello là, o assomiglia a quello là, può innestare delle paurose reazioni a catena mentali. E queste reazioni possano coglierti di sorpresa, così, mentre stai guidando ad esempio. Mettiamo il caso che questo viso ti faccia andare indietro di tanti tanti anni, e ti metta davanti una scena che, allora hai vissuto con calma, ma che adesso, ti disgusta un po’. E non perchè già ai tempi fosse oggetivamente disgustosa, ma perchè con gli occhi dell’esperienza ti sembra adesso  insignificante. Boh.

Allargando il discorso penso che fino a poco tempo fa dovevo essere proprio sola. Certe cose non si fanno nè si pensano se si ha una mente e uno spirito sano. Quindi le cose sono due: o ero sola perchè pur essendo circondata da gente, quella era appunto solo “gente” ed era parecchio merda, o perchè io di proposito volevo stare sola e non accettavo qualsiasi consiglio o avvertimento da nessuno.

Fatto sta che ero sola, solissima, e non c’è peggior solitudine di quella che ti spinge a non aver rispetto di te stessa. Col senno di poi mi accorgo che ero proprio disperata e senza guida. E mascheravo tutto questo facendo cose che mi davano un surrogato di sicurezza…forse era proprio quello che mi spingeva a continuare a farlo.

Poi,  ad un punto del mio cammino c’è stata una deviazione del consueto corso delle cose, e non so per quale buona stella, le mie tendenze a strafare e a sentirmi onnipotente su tutto, sopratutto sui miei sentimenti, si sono indirizzate su qualcosa più affine a me. E da quel caos di azioni sconclusionate che ero sono diventata forse più lineare, più “io”. Ecco, forse avrei preferito che la buona stella si fosse accorta prima di me, certe cose non mi sono servite proprio a nulla, alla faccia di chi dice che dall’esperienza si impara…io è come se per molto tempo non fossi riuscita ad uscire dal circolo vizioso dell’errore. Sbagliavo ma puntualmente lo rifacevo. E sapevo di sbagliare non perchè facessi cose sbagliate, ma perchè facevo cose solo per dimostrare di essere diversa da com’ero in realtà.

Ero così, e un po’ ciò mi infastidisce, però penso che se adesso me ne rendo conto, qualche progresso l’ho fatto!

Buonanotte!

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Insonnia!

E’da circa una ventina di giorni che sono disoccupata…la prima settimana/10 giorni, sono stati buoni, tutto sommato…ho avuto un po’ di cose da fare, sono stata impegnata, in cose più o meno frivole, ma sempre impegnata. E’ da qualche giorno che mi sento un po’ annoiata… cerco di tenermi occupata in qualcosa che non sia internet, ma ecco, la pigrizia sta imperando…. avevo tanti di quei buoni propositi, ma non è che sia stata cosi ligia nel rispettarli…. Spero solo che questa apatia sia solo fisiologica ai mesi mesi e mesi di stanchezza accumulata! Sinceramente, ho paura di crogiolarmi nella nullafacenza, ma non sono ancora  a livelli problematici.

Come in tutti i momenti di cambiamento, mi sto ritrovando a soffrire di insonnia. Già mi era capitato qualche mese fa, avevo mille pensieri per la testa e il fatto di dormire ogni sera in un letto diverso (non faccio la escort se è questo che pensate…) non aiutava di certo. Ora invece mi sento più stabile; durante la settimana non cambio più mille volte camera da letto, quindi non capisco questi problemi del sonno. Dormo nel mio lettino da adolescente, nella mia cameretta con i peluche, nella stanza che è stata teatro di tutte le mie vicissitudini di ragazzina..che siano i peluche a farmi la fattura? O sono i traumi adolescenziali che stanno trasudando dalle mura per darmi sconforto? (che poeticità) Io questo non lo so, so soltanto che a furia di non dormire la notte mi stanno spuntando due occhiaie da far paura…ho l’intero set di borse Samsonite agli occhi, quello più completo, da viaggio…

Forse, più semplicemente, sto aspettando delle risposte, e fino a quando non le avrò, continuerò ad essere spaesata …

Pubblicato in Delirando... | 1 commento

Il racconto della trama

Vorrei aggiornare un po’ questo miserrimo blog. Sono stata davvero impegnata ultimamente, sopratutto perchè ho avuto da preparare del materiale che dovrò esporre ad un corso di formazione. Mi rompono un po’ le balle ad essere sinceri, ma mi scoccia spiegare il perchè e il percome, solo che, ecco, avrei preferito argomenti un po’ più divertenti che la palla mortale di leggi e leggine di cui dovrò parlare….

Questa è ufficialmente la mia ultima settimana di lavoro, iniziata oggi, con un bel giorno di permesso…sono rimasta a casa tutto il giorno a sistemare il sopracitato materiale. Così almeno inizio ad abituarmi all’idea di fare la nulla facente, dopo hmhmh, un anno e mezzo di ferrea attività lavorativa, senza fermarmi mai (senza considerare  le due setttimane di ferie a giugno,  e i 10 giorni di ferie ad agosto). Sapete che vi dico? Non mi dispiacerebbe stare ferma un mesetto: per riposare un po’, per fare il punto della situazione, per capire se quello che faccio va bene, o se mi devo sperimentare in altre cose….

Intanto, cercherò di utilizzare il periodo di minore nullafacenza per partecipare all’iniziativa promossa dal mio vecchio amico Bruno Berti del Romanzo sul blog. So che non ci sarà nessuno a leggere il mio, di blog, ma se per caso qualcuno è incuriosito può fare una capatina sul blog di Bruno, appunto, o qua “Il racconto della trama”

Per il monento BACI A TUTTI!!!!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

** Vale acida mode on **

Stasera mi sento acidella, quindi, quale occasione migliore per fare una lista delle cose che non sopporto?

Pronti, partenza …..VIAAA!

Non sopporto:

- la gente che mi rimprovera di parlare troppo piano;

- le gente che quasi contemporaneamente mi rimprovera di parlare troppo forte;

- la gente che mi tratta come uno straccio per i piedi, solo perchè sembro piccola e ingenua;

- la gente troppo rigida mentalmente;

- la gente troppo moralista;

- quelli che storcono il naso quando dico che uso l’hennè, che non amo i siliconi e poi usano il Pantène (il prototipo dello shampoo cessico ma di moda);

- tutta ( e dico tutta!) la linea Pantène

- la cucuzza (bleah! è molliccia!)

- quelli che quando sono incavolata come un criceto nano della Patagonia in calore, mi dicono: stai “tranquilla”! (con il risultato di farmi incavolare quanto un criceto gigante della Patagonia)

- quelli che, nonostante i loro fallimentari matrimoni, mi chiedono all’ossessione: “e allora? quando ti sposi? Hai già 30 anni!”

- quelli che mi parlano delle difficoltà di stare dietro un figlio e poi mi fanno: “e tu? quando lo fai uno? Hai già 30 anni!”

- le canzoni in cui tra le parole c’è il mio nome; l’unica che mi piace è quella di Max Gazzè…

- mia madre, quando mi fa ascoltare le canzoni di cui sopra, cercando di convincermi, in una maniera che rasenta il coattismo, che sono belle….

- i Co.Co.Co., i contratti a tempo determinato, i contratti a progetto, i contratti inesistenti e sottopagati.

- varie ed eventuali

Questa sarebbe solo l’introduzione dell’elenco delle cose che mi irritano, ma se dovessi scrivere tutto per intero farei notte …..quindi….

BACI A TUTTI!

Pubblicato in Cianfrusaglie | Lascia un commento

I miei amici

Riprendo a scrivere su questo blog dopo tanto tempo che non lo faccio. E’ che questa nuova veste di spaces mi piace di più, spero di riprendere con lo stesso stile che ha contraddistinto la Stanza di Vale agli esordi!

Non c’è molto da dire per colmare il vuoto “virtualmediatico” che ho lasciato qui, ho un altro blog che, poverino, si è sorbito tutti i miei scazzi del periodo no no e ancora no che ho attraversato. Nulla di serio, ma ero davvero una palla mortale, con le mie crisi esistenziali e simili.

Ma bando alle ciance! Oggi voglio parlare degli amici.

Posso dire che con gli amici sono stata abbastanza fortunata. Quelli storti, inadatti, inutili, approfittatori, irrispettosi, opportunisti, se ne sono andati dalla mia vita in modi diversi, più o meno cruenti e repentini, ma come dice mia nonna, cutta e netta è meglio!

Con il tempo si vedono gli amici veri, e poi la cosa bella che amici veri ne portano altrettanti.

Il mio gruppo di amicini è caratterizzato dal fatto che ci conosciamo da un po’ e  ci possiamo permettere di sfotterci allegramente e in maniera reciproca. E considerato che le sfighe della vita arrivano sempre in abbondanza, la sfottuta amichevole è uno di quei piaceri che fortunatamente riesce a consolarti ancora. Voglio sottolineare che per sfottuta non intendo quella che viene fatta a mò di sotterfugi, di nascosto, quella malevola e  cattiva. La nostra sfottuta è quella sana, diretta, caciarona e fondamentalmente idiota.

E però è utile perchè se sai di avere una caratteristica particolare, perchè qualcuno te la fa notare, puoi enfatizzarla o nasconderla nei momenti più opportuni. Gli amici in questo caso sono lo specchio di come sei e dell’effetto che fai al mondo. Che figata!

Per la cronaca, io sono la strega, ma non perchè abbia chissà che doti magiche, o chissà quali capacità seduttive nei confronti degli uomini. Sono la strega per gli intrugli strani che mi spiattello sulla chioma e che propino anche a loro.

Poi se ho bisogno loro ci sono, ma questa è un’altra storia….

BACI A TUTTI!

(Paciccina questo è per te, guarisci presto!)

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento